Atletica Giovani. Tutte premiate le atlete “migrate” dalla Libertas Albatros alla Libertas Casarsa

On

La collaborazione fra la Polisportiva Libertas Albatros e la Libertas Casarsa continua a dare i suoi frutti e altre tre atlete, dallo scorso mese, sono state tesserate con la società del presidente Adolfo Molinari per poter svolgere gare di atletica leggera.

La prima prova del fuoco è stata a San Vito il 18 maggio, dove la pioggia battente ha impedito alle ragazze di dare il meglio di sé. Si sono però subito rifatte alla 3° prova del circuito provinciale di Atletica Giovani, che si è svolta proprio nella pista di “casa”, a Casarsa della Delizia mercoledì 5 giugno. E qui, sotto la guida dell’istruttore Tomas Bertolin, tutte e tre le atlete hanno portato a casa almeno una medaglia.

Le più giovani sono infatti andate in premiazione rientrando fra le prime dieci di categoria.

Buona, anzi ottima gara per Camilla Sigalotti che mette al sicuro l’8° posto nel vortex e il 10° nei 50 metri piani Esordienti. Accanto a lei, la compagna di squadra Rebecca Prodani è arrivata nelle stesse gare rispettivamente 10a e 15a.

Si difende bene anche Margherita Sigalotti, nella categoria Ragazze. Rientra in premiazione con uno straordinario 5° posto nel salto in alto, cui unisce un 24° posto nei 60 metri ad ostacoli, che potrà facilmente essere migliorato nelle prossime competizioni.

Ai risultati delle “novizie” si aggiunge quello di Riccardo Milan, già da un anno con Casarsa. Ottiene il 4° posto (e quindi medaglia) nei 100 metri ad ostacoli; ma anche il 12° nei 150 metri piani. Ferma ai box per qualche acciacco fisico Marta Dal Mas.

I risultati del lavoro fatto si stanno facendo piano piano vedere e gli appuntamenti non mancheranno di certo quest’estate. La prossima occasione sarà la 4° prova Atletica Giovani il 20 giugno di nuovo a San Vito. Gli allenamenti presso gli impianti di Bagnarola sono terminati, ma la preparazione alle prossime gare proseguirà a Casarsa.

le sorelle Sigalotti Camilla e Margherita con le medaglie vinte mercoledì e l’istruttore Tomas Bertolin

Fonte: Daniela Acciardi

Lascia un commento