Canottaggio: Trieste candidata per i Mondiali 2020

On

Lunedì scorso, la Federazione Internazionale di Canottaggio (FISA), è stata chiamata a verificare la fattibilità della disputa del Campionato del Mondo di Coastal Rowing nel 2020, nel capoluogo giuliano. La britannica Guin Batten “Rowing for All Commission”, e la canadese Liz Soutter “Strategic Event Attribution Bidding Process”, venivano accolte dal team triestino che da mesi si prodiga per presentare nel miglior modo la Città che annovera il maggior numero di club remieri centenari, e dalla miglior tradizione italiana nel Coastal Rowing. Presenti all’incontro per la FIC il Consigliere Nazionale Crozzoli e il Presidente del Comitato Regionale D’Ambrosi, in rappresentanza del Saturnia, il Presidente Verrone, il vice Scialpi, il DS Orzan, il Capo Allenatore Barbo, il consigliere Camerini, per la Ginnastica Triestina Nautica il Presidente Cozzarini, il Capo Allenatore della Timavo, Tedesco, per il Comune di Trieste il Vicesindaco Polidori, l’Assessore allo Sport Rossi, il Consigliere Panteca. Accurata ricognizione in gommone per verificare il percorso di gara e la prospettiva dal mare, con apprezzamenti molto positivi delle due ospiti, seconda parte della mattinata dedicata alla visita delle strutture del Molo IV che accoglieranno gli addetti ai lavori, per poi passare nella sede nautica del Saturnia, dove il gruppo si è incontrato con i rappresentanti del Comune di Trieste che hanno dato pieno appoggio alla candidatura di Trieste, come anche la Regione FVG, la Capitaneria di Porto e l’Autorità Portuale. Nel pomeriggio, valutazione e messa a punto del questionario relativo alla candidatura, ricevendo ulteriori indicazioni su come procedere. Sia il campo di gara che le strutture son state definite “amazing” (stupefacenti) dalle due rappresentanti della FISA, molto apprezzato il percorso di gara nel cuore della città, con un’ampia visibilità sia per gli addetti ai lavori che per gli spettatori, e il dossier per la candidatura, soprattutto nella parte dedicata alla sostenibilità, con la volontà degli organizzatori di un primo Mondiale senza plastica! Sensazioni molto positive quindi dalla visita della Federazione Internazionale, nella quale veniva ribadita l’importanza di valutare l’evento nell’ottica che i Giochi Olimpici del 2024 che potrebbero vedere l’ingresso del Coastal Rowing nel programma del canottaggio. Ancora una notizia positiva per il remo triestino: in caso di aggiudicazione, del Mondiale 2020, il Borin Coastal Rowing di dicembre 2019, organizzato dalla Ginnastica Triestina Nautica sarà il Test Event per il percorso di gara del Mondiale.

Fonte: Maurizio Ustolin Ufficio Stampa Federcanottaggio FVG

Lascia un commento