Loading...
News

GLI ALMA MADRACS UDINE ROVINANO LA FESTA AI WARRIORS: RIMONTANO E STRAPPANO UN INDIMENTICABILE PAREGGIO FUORI CASA

On

Viadana

Gli Alma Madracs Udine ritornano da Viadana con un pareggio che esalta la forza del gruppo. Dopo un inizio
sottotono in cui i Macron Warriors, pur con tante difficoltà, riescono a portarsi sul 3 a 1, la squadra friulana
reagisce e chiude questo attesissimo match con un meritato pareggio che, con un pizzico di precisione in più,
sarebbe potuto addirittura tramutarsi in vittoria.
Un 3 a 3 firmato Claudio Comino, eroe di giornata. Una tripletta che lo avvicina sempre di più a quota 200
gol in maglia verde nera. Una tripletta che, grazie allo scontro diretto a favore contro Ancona, mette una
seria ipoteca sulla permanenza nella massima serie, in attesa dell’ufficialità matematica. Una tripletta che
regala ai numerosi tifosi accorsi a Viadana un risultato sorprendente rovinando la festa alla squadra
ospitante.
Il primo pareggio della storia di questa società si spera rappresenti una svolta importante, un segnale che
lo scotto del passaggio di categoria è stato pagato e che ora si possa guardare al futuro con tutt’altra fiducia
”,
dice l’allenatore Ivan Minigutti. “La squadra è apparsa solida, e si sono viste novità tattiche importanti. Ciò
che ha vinto è stato però lo spirito di un gruppo che ha cercato di migliorarsi fino all’ultimo secondo
trovando le giuste motivazioni e soluzioni tattiche al momento opportuno
” conclude.

È un punto guadagnato quello conquistato in casa dei Macron Warriors, la corazzata viadanese, bestia nera
per le bisce verde nero, che all’andata aveva rovinato la festa agli Alma Madracs nel giorno del loro il debutto
in A1. Un punto guadagnato perché qualche episodio avrebbe potuto far pendere l’ago della bilancia da una
parte o dall’altra in questa partita giocata sul filo del rasoio. Nessun rimpianto quindi per non aver ottenuto
una vittoria tanto sognata, ma tanta felicità per la crescita dimostrata e perché ora tutto il gruppo sa di
poter dire la sua anche di fronte a campioni dalla grande caratura e lunga esperienza.

Il capitano degli Alma Madracs, Benedetta De Cecco, afferma: “Avremmo potuto e dovuto dare di più ad
inizio partita, invece abbiamo sprecato un po’ di tempo per trovare la giusta energia mentale. Purtroppo
abbiamo pagato l’assenza di Torcutti con il quale avevamo lavorato a fondo su un nuovo modulo. Nonostante
ciò, nessun rimpianto: pareggiare in questa trasferta è stata un’emozione indimenticabile!
”. Un punto
guadagnato con il carattere e la grinta di un gruppo unito dallo stesso obiettivo: dare il massimo dimostrando
a tutti di essere davvero all’altezza.

Passata la festa si torna subito al lavoro per preparare al meglio il match casalingo contro i CocoLoco Padova,
vicecampioni d’Italia. A Martignacco il 18 febbraio è chiamato a raccolta tutto il tifo verdenero!

Fonte: Ufficio Stampa Alma Madracs Udine

.

Lascia un commento