#Fvgsport BHtv

Grinta e cuore non bastano,LBS Delser sconfitta di misura dall’Alpo

On

La Delser esce sconfitta contro l’Alpo Basket di Villafranca per 49-53 dopo una partita scoppiettante e ricca di emozioni, in cui Udine ha dato prova di grande grinta e dedizione. Un insuccesso bruciante per l’ambiente Delser, ma che non deve amareggiare perché offre buone speranze per i prossimi impegni. L’avversaria era di tutto rispetto, al momento una delle candidate alla promozione nella massima serie. Le friulane hanno dato loro filo da torcere, mantenendo il vantaggio per la maggior parte del match. Gli unici fattori che hanno consegnato la vittoria nelle mani delle ospiti sono state la maggiore qualità individuale e la migliore concentrazione nei momenti chiave della partita. Una panchina più lunga di Alpo e l’assenza del capitano di Udine Debora Vicenzotti, che si aggiunge a quella di Eva Da Pozzo, sono state altre determinanti che hanno inciso sull’esito finale della partita.

CRONACA DELLA PARTITA

Liga Vente sblocca il punteggio facendo subito valere la propria fisicità sotto canestro. Allo stesso tempo, in difesa è tutto il quitetto arancione a buttarsi con grinta su ogni pallone. Ceccarelli non si fa impietosire e segna a referto la sua prima tripla della serata che vale il 5-0. Sturma puntella in contropiede e coach Soave è costretto a correre ai ripari e chiamare minuto al 4′. Al rientro in campo, Granzotto tenta di ricucire dall’arco, ma la sua tripla, e quella successiva di Policari non vanno a segno. Ceccarelli continua a giocare bene per tutto l’incontro e mantiene con un altro canestro il +4 delle udinesi. Sul finire del primo quarto la Desler accusa momenti di poca lucidità in attacco. Coach Matassini decide di cambiare le carte in tavola lanciando nella mischia Ianezic e Turel. Il parziale si fissa sul 13-9.

Nel secondo quarto la LBS non ingrana e si fa raggiungere sul 13-13. A dare la scossa è Ianezic con la sua specialità, una tripla aperta che riporta Udine sul +3. La difesa dell’Alpo aumenta di intensità e, iniziando a pressare a tutto campo, costringe Udine a qualche palla persa di troppo. La Delser si adegua a questa strategia difensiva e con una buona circolazione di palla libera varie giocatrici sotto canestro che segnano con facilità in transizione. Le ospiti controbattono colpo su colpo e restano a stretto contatto. A 2′ dalla fine del quarto, le venete raggiungono il pareggio (20-20) con un tiro da tre di Granzotto, ma sul fronte opposto Rainis risponde a tono con la stessa soluzione: Tripla di tabella non dichiarata e 23-20 per la Delser. È una partita frizzante e le ospiti non demordono, soprattutto con Vespignani, capitano di Alpo, che imposta e attacca molto bene il canestro. A 1′ all’intervallo, con una tripla di Policari, Villafranca si porta in vantaggio per la prima volta della partita, sul 23-25. Coach Matassini ci vuole parlare sopra e chiama il suo primo time-out, sprona le sue ragazze e le spinge a mantenere le mani salde sul manubrio della partita. L’uscita dal minuto di sospensione è ottima per Udine che offre un’azione di squadra da showtime al pubblico accorso al “Benedetti” di Udine; dopo una circolazione di palla spettacolare e vari passaggi dentro e fuori dall’area, la difesa delle avversarie è scardinata, Vella si libera al tiro da tre e segna portando il risultato sul 26-25.

All’uscita dagli spogliatoi, il match si riapre con l’assist del capitano di giornata Sturma che libera Vente: la lettone, sola sotto il canestro, realizza due punti facili facili. La frenesia in attacco aumenta da ambo le parti. La difesa a zona e match-up di Udine regge molto bene, a risentirne è solo il punteggio, fermo a 30-28 a 4′ dalla fine. Dell’Olio continua ad essere una delle maggiori minacce di Udine e con una qualità sopraffina si libera dalla media distanza realizzando in fade-away. Pareggio raggiunto sul 30-30. Udine fatica a sgusciare tra le maglie difensive di Villafranca. Una palla persa allora conduce al +2 con fallo in favore della squadra ospite. Alpo sbaglia i liberi, il punteggio rimane sul 30-32. Vente, assistita dalle compagne si districa bene sotto canestro eludendo la marcatura di Dzinic con un ottimo uso del piede perno. Vella ribadisce l’acuto friulano strappando il nuovo vantaggio. Granzotto, in gran spolvero per tutta la serata, recupera una palla e riporta Alpo sul 34 pari.

L’ultima frazione prosegue con Granzotto che punisce da tre la Delser, portando l’Alpo nuovamente in vantaggio sul 36-39. Vella, pur costruendo ottimi tiri, frutto di buone spaziature offensive di squadra, litiga col ferro dalla media distanza. Nel momento decisivo, la siciliana inverte questa tendenza e con un tiro dalla lunetta firma un mini-parziale che porta Udine sul 40-39. Nell’azione successiva è sempre la stessa giocatrice a stoppare Dell’Olio proiettata in terzo tempo. Sturma scivola e difende benissimo, tanto da aumentare l’intensità del gioco dell’intera squadra. A tre minuti dalla fine, in risposta a una tripla di Reani, è Rainis a segnare da tre dall’angolo, infiammando la tifoseria di casa. Buona partita della play, anche in questo incontro impiegata per più di trenta minuti. L’agonismo è notevole, tanto che non mancano i contatti fisici. A subire le peggiori conseguenze è Sturma, vittima di un colpo alla testa che costringe l’ala friulana a lasciare il campo, in via precauzionale, nel suo momento migliore. A 1’49” dalla fine Dzinic commette fallo antisportivo lontano dalla palla su Vente, la quale sbaglia i liberi guadagnati. Ora Alpo è in bonus con quattro falli di squadra commessi. Ne approfitta Vella che segna dalla linea di carità dopo aver subito fallo. Nel minuto e mezzo seguente regna la concitazione in campo. A dare il K.O. alla Delser è Granzotto, che, tirando da fuori area realizza da tre. Il tiro non è preciso, la palla rimbalza pigramente sul ferro. Gli déi del basket decidono che quella palla debba cadere abbracciata dal cotone della retina. Nel minuto scarso successivo non vengono realizzate ulteriori marcature, al di fuori di qualche tiro libero. Risultato finale 49-53. Alpo si porta a casa una sudatissima vittoria.

Queste le parole di coach Matassini al termine della partita: “Non posso che essere contento dell’atteggiamento e della prestazione delle mie giocatrici. Stiamo andando avanti nonostante le difficoltà. Ne stiamo avendo tante, ma stiamo lavorando con fiducia. Credo che chi ha visto la partita può testimoniare che questa squadra è viva e che si sta migliorando ogni giorno in allenamento. Oggi lo ha dimostrato contro quella che probabilmente è la seconda migliore squadra del Campionato. Chiaro che avremmo apprezzato i due punti in classifica in più, però le partite si possono vincere e si possono perdere. Noi dobbiamo ripartire da ciò che di buono abbiamo fatto. Abbiamo altre 22 partite da giocare. Ho detto alle ragazze che per noi questa deve essere una stagione nuova, quella della consapevolezza. Non abbiamo una squadra di grande talento, ma con umiltà e con sudore oggi abbiamo dimostrato che possiamo competere con tutte le contendenti. Oggi fa male aver perso. Ripartiamo dopo il riposo di domenica giocando contro Marghera. Il nostro obiettivo è quello di risollevarci da una classifica che è peggiore rispetto a quanto abbiamo fatto nelle ultime due partite. Peccato per i tiri liberi che abbiamo sbagliato sul finale. Complimenti a Granzotto per le conclusioni pazzesche che si è presa alla fine del match. Con un po’ più di fortuna forse avremmo vinto noi, ma non dobbiamo pensare a questo. Dobbiamo pensare a tutte le cose buone che abbiamo fatto e ripartire da qui”.

TABELLINO

Delser Udine – Ecodent Point Alpo 49 – 53
(13-9, 26-25, 34-34, 49-53)

DELSER UDINE: Lizzi NE, Turel, Vella* 9 (4/12, 0/4), Ianezic 5 (1/4, 1/6), Ivas NE, Sturma* 4 (2/6, 0/1), Bric, Pontoni, Ceccarelli* 6 (2/6 da 3), Thiam NE, Rainis* 13 (1/5, 3/3), Vente* 12 (4/7 da 2) Allenatore: Matassini A.

Tiri da 2: 12/35 – Tiri da 3: 6/21 – Tiri Liberi: 7/14 – Rimbalzi: 48 11+37 (Vente 15) – Assist: 11 (Rainis 4) – Palle Recuperate: 6 (Vella 3) – Palle Perse: 16 (Vella 8)

ECODENT POINT ALPO: Policari* 11 (1/4, 2/5), Vespignani* 5 (1/2, 0/1), Dell’olio* 10 (5/9, 0/5), Reani* 10 (2/4, 2/3), De Marchi NE, Granzotto 15 (3/6, 3/8), Dzinic, Bertoldi NE, Gennari NE, Coser 2 (1/2, 0/1), Mosetti* Allenatore: Soave N.

Tiri da 2: 13/35 – Tiri da 3: 7/25 – Tiri Liberi: 6/12 – Rimbalzi: 35 7+28 (Vespignani 7) – Assist: 4 (Vespignani 2) – Palle Recuperate: 7 (Vespignani 3) – Palle Perse: 9 (Granzotto 3)

Arbitri: Fusari R., Martinelli M.

Fonte: Ufficio Stampa LBS Udine

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com