Il Posticipo – Derby Triestina Ponziana, 25 maggio

On

Un evento ideato da Gli Impresari e Autopalo, curato da Elena Tammaro e con la partecipazione di Bruno Pizzul

Nell’ambito di UPLÀ-LAB! URBAN PLAYGROUND: GIOCO E CREATIVITÀ PER UN WELFARE CO-GENERATIVO, progetto vincitore del bando “Creative Living Lab” promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane – DGAAP del MiBAC, ideato da Kallipolis, Trieste

Campo Sportivo Giorgio Ferrini
e in diretta su Radio Fragola e Radio Ca’ Foscari

Sabato 25 maggio 2019 alle ore 18:00 Il Posticipo, evento ideato dai collettivi artistici Gli Impresari e AUTOPALO, riporterà in vita per un pomeriggio lo storico Stadio Ferrini (in disuso da una dozzina d’anni) nel quartiere Ponziana di Trieste. L’intervento è curato da Elena Tammaro, art director di Creaa, nell’ambito di UPLÀ-LAB!, progetto di rigenerazione urbana e innovazione in ambito culturale e creativo per la rivitalizzazione di aree urbane abbandonate o dismesse, realizzato da Kallipolis, Trieste.

Chi si recherà allo stadio (Piazzale delle Puglie 1, Trieste) potrà sentire i cori delle tifoserie, grida, fischi, esultanze e la radiocronaca di una partita, narrata dall’autorevole voce del cronista sportivo Bruno Pizzul. A ben vedere, non si tratterà di una partita di un attuale campionato, ma di un curioso “posticipo”: a essere raccontato in 90 minuti (più recupero) sarà lo storico derby tra il Ponziana e la Triestina giocatosi in serie D il 1° dicembre 1974. Le due squadre di calcio cittadine si rincontrarono allora dopo quasi mezzo secolo, in un evento dalla straordinaria partecipazione, con 32.000 spettatori che lo stadio riuscì a stento a contenere.

Una partita di cui non esistono registrazioni, e la cui memoria è affidata ad alcuni stralci dei giornali del tempo e al racconto orale di chi, come giocatore o spettatore, fu presente all’evento. È sulla base di queste fonti che i collettivi artistici Gli Impresari e AUTOPALO hanno ricostruito la dinamica del match, intessuta, nella radiocronaca, con racconti delle storie sportive dei due club calcistici e con cenni alla realtà sociale, politica e culturale della città di Trieste.

Questa narrazione corale e comunitaria è stata creata nel corso di mesi attraverso una presenza costante sul territorio e una serie di incontri e interviste registrati e trasmessi su Radio Ponziana Errante, una radio itinerante ideata da Gli Impresari e AUTOPALO all’interno del progetto UPLÀ-LAB, che migrando di bar in bar ha raccolto un archivio di racconti legati allo storico quartiere Ponziana di Trieste. Rispondendo alla mappatura multidisciplinare operata nel quartiere, gli artisti hanno infatti agito come attivatori della comunità locale, creando un immaginario collettivo e scegliendo il gioco del calcio come metalinguaggio e la storia della squadra del Ponziana Calcio come filtro di lettura della storia del quartiere stesso.

La cronaca della partita, amplificata all’interno dello stadio, sarà inoltre trasmessa in diretta radio, allargando la diffusione dell’intervento e sollecitando la curiosità degli appassionati di calcio e di tutti coloro che, in casa, in auto o nei bar, si sintonizzeranno, appositamente o casualmente, sulle frequenze di Radio Fragola, emittente comunitaria attiva a Trieste dal 1984, o su Radio Ca’ Foscari, webradio dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

A scandire le sigle del primo e del secondo tempo saranno i contributi realizzati dagli studenti di Informatica Digitale del conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste.

Il Posticipo costituisce l’evento finale di UPLÀ-LAB!, ideato da Kallipolis, uno dei sei progetti vincitori del premio “CREATIVE LIVING LAB. Qualità, creatività, condivisione”, iniziativa volta alla rigenerazione urbana condivisa di luoghi periferici, per la realizzazione di progetti innovativi di qualità in ambito culturale e creativo, orientati alla rigenerazione e alla trasformazione di spazi interstiziali, aree o edifici abbandonati o dismessi e zone di verde non curate promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane – DGAAP del MiBAC Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

UPLÀ-LAB!

UPLÀ-LAB! è un format ideato da Kallipolis per la riattivazione di spazi urbani residuali attraverso uno dei linguaggi più semplici e accessibili a tutti: il gioco. È un progetto di ricerca/azione sul territorio che si articola in quattro fasi: rileva, immagina, sperimenta e ripeti. È un processo laboratoriale rivolto in primo luogo ai residenti del quartiere di Ponziana a Trieste e a chi opera sul territorio, ma aperto anche a cittadini provenienti da altre aree della città. L’obiettivo è la riattivazione di spazi residuali di Ponziana, in particolare tra residenze popolari ATER, costruendo attraverso il gioco le condizioni per la valorizzazione degli spazi e una partecipazione più attiva alla vita di quartiere che possa portare all’autopromozione della comunità locale e a forme innovative di welfare co-generativo.

UPLA-LAB! è un progetto multidisciplinare che ha coinvolto Kallipolis (Francesca Ansaloni, Rita Cararo, Matthew Earle, Nadia Vedova), in qualità di lead partner e soggetto esperto in rigenerazione urbana; Elena Tammaro, art director di Creaa, Udine, in qualità di curatrice del progetto artistico; Gli Impresari, collettivo artistico composto da Edoardo Aruta, Marco Di Giuseppe, Rosario Sorbello; AUTOPALO il duo artistico composto da Emanuele Rinaldo Meschini e Luca Resta; Gian Matteo Apuzzo, sociologo urbano Ph.D. in scienze sociali; Claudio Cescutti, fotografo e film maker; Vid Tratnik, psicologo esperto in innovazione sociale.

Fonte: Creaa Snc

Lascia un commento