In 300 alla Marathon Bike per Haiti di Attimis

On

Il mondo della mountain bike conquista le Valli del Torre. La gara è iniziata con un minuto di raccoglimento in memoria di Ennio Del Fabbro, vice sindaco di Attimis mancato lo scorso 26 giugno

Si è disputata questa mattina ad Attimis la 14ima Marathon Bike per Haiti, iniziata con doveroso minuto di raccoglimento in memoria di Ennio Del Fabbro, vicesindaco mancato lo scorso 26 giugno.

Circa 300 ciclisti in sella alla loro mountain bike hanno attraversato le Valli del Torre lungo un percorso di 40 km tra ostacoli, guadi, sterrati e vigneti. La carovana ha raggiunto Montecroce, Monteprato, il borgo di Cergneu e il monte Felettis per poi tornare al borgo ai piedi del castello di Partistagno.

Un successo nonostante una frana e alcuni permessi negati abbiano costretto gli organizzatori a ridisegnare nelle ultime settimane. Un percorso che è stato inoltre supervisionato fino a questa mattina, un’attenzione in più voluta e dovuta per scongiurare le trappole degli ‘odiatori’ del mondo mtb (ricordiamo il filo di ferro che era stato posto fra due alberi lungo il sentiero di Sella Foredor e su cui è finito il ciclista Marco Ponta sabato 29 giugno).

La corsa, inserita nel circuito Friul Mtb Challenge e Marathon Acsi, è stata vinta per il secondo anno consecutivo da Andrea Bravin con un tempo di 1:40:31 (tripletta per lui considerando anche la vittoria del 2016). Secondo gradino per Stefano Toffoletti del team Granzon ( 1h 43′ 08″) che, essendosi classificato primo alla Corsa per Haiti di Cividale del Friuli del 12 maggio scorso, ha conquistato la ‘Combinata per Haiti’. Terzo posto per Gabriele Merlino (1h 43′ 09″) dell’Asd Radical Bikers. Per quanto riguarda la classifica femminile, seconda vittoria consecutiva anche per Francesca Della Bianca della Avis Gls (con un tempo di 2:07:18). Sul secondo gradino del podio, invece, è salita Alessandra Teso del Sorriso Bike Team (2:12:34); terzo posto per Romina Ciprian del Cycle Lab Asd (2:14:06).

La Marathon Bike, portata a termine grazie alla collaborazione di diverse associazioni (Grigioneri di Savorgnano, Ki.Co.SyS, Amici & Bici e Capodivento) e il Comune di Attimis, era l’ultima delle Corse per Haiti 2019 e chiude un anno intenso, iniziato ai primi di aprile con la Nuoto per Haiti e poi proseguito con il Campionato Nazionale della Montagna, la Corsa per Haiti, la Cicloturistica e la Fun Run.
La manifestazione ciclistica, come tutte le corse targate Help Haiti, raccoglie fondi da destinare ai progetti portati avanti sull’isola caraibica in collaborazione con la onlus Pane Condiviso. Proprio in questi giorni il presidente dell’A.s.d. Chiarcosso Help Haiti, Sante Chiarcosso, è in visita oltreoceano per portare avanti i contratti del progetto ‘Kay insieme nella gioia’, ovvero la costruzione di una casa polifunzionale di accoglienza per le bambine di strada.

Fonte: Ufficio Stampa Help Haiti

Lascia un commento