La canoa polo apre la stagione internazionale 2018 nelle acque italiane

On

Milano

L’Idroscalo di Milano accoglierà da domani circa 600 atleti per la prima tappa di ECA Cup 2018, il circuito annuale di Coppa Europa che quest’anno precede il Mondiale, in programma a Welland (CAN) dall’1 al 5 agosto.

L’Italia scenderà in campo con i favori del pronostico, in virtù del titolo mondiale conquistato nel 2016 a Siracusa e dell’argento ai World Games 2017. Le squadre senior maschili, suddivise in due team, si misureranno contro i migliori team europei, rappresentati da Germania, Svizzera, Danimarca, Francia, Pesi Bassi, Spagna, Gran Bretagna e Ungheria.

La rosa azzurra è ben consolidata, con l’aggiunta di qualche nuovo innesto, vede convocati per questo primo impegno: Edoardo Corvaia, Emanuele, Andrea Romano, Davide Novara, Fabrizio Santino (Pol. Can. Catania); Luca Bellini, Andrea Bertelloni, Marco Porzio e Jan Erik Haack (Pro Scogli Chiavari), Gianluca Di Stefano, Giuseppe Perrotti, Ciro Lucci (C.N. Posillipo), Fabrizio Massa, Andrea Silvio Costagliola (C.C. Napoli), Tommaso Ricciardi (Arci Borgata Marinara), Giacomo Fanti (S.C. Ichnusa), Francesco Giuseppe La Barbera (S.C. Trinacria).

Le azzurre della senior femminile, invece, si ritroveranno al cospetto di Germania, Francia, Gran Bretagna, Svizzera e Paesi Bassi. Obiettivo del girone preliminare, entrare tra i primi quattro team per giocarsi le medaglie. Formazione rosa ben rodata con Martina Anastasi, Roberta Catania, Flavia Landolina, Silvia Cogoni, Vittoria Russello (Pol Can. Catania), Ada Prestipino, Maria Anna Szczepanska (CC Aniene), Maddalena Lago e Chiara Trevisan (Can. Rovigo), che entrano in campo forti dello storico bronzo vinto ai World Games di Wroclaw lo soccorso anno.

In acqua anche le squadre giovanili con tre team, due under 21 maschili ed uno per l’under 21 femminile. Sarà esordio in azzurro per molti di loro, un gruppo nutrito di giovanissimi per coltivare nuovi talenti in vista di un possibile inserimento tra le discipline olimpiche del prossimo futuro.

Fischio d’inizio alle 10.30 di sabato mattina, con ingresso libero sugli spalti dell’Idroscalo per assistere ad un weekend di sport, tra caschetti goal e pagaie. Quattro campi impegnati con logistica affidata all’Idroscalo Club sotto l’egida della FICK e dell’European Canoe Association. Risultati e sistema di gioco su: http://bit.ly/ECA2018-1, aggiornamenti live con foto e video sui canali social della federcanoa. Hashtag ufficiale della manifestazione #canoepolomilan.
www.facebook.com/federcanoa/ e www.instagram.com/federcanoa);

COSA E’ LA CANOA POLO?

Squadre di guerrieri a pelo d’acqua con caschetti, canoe e pagaie.

La canoa polo si pratica su di uno specchio d’acqua rettangolare di 35x23mt con porte sospese a circa 2 metri dall’acqua. Il gioco si svolge a bordo di canoe, tra due squadre composte da 5 elementi ciascuna con l’aggiunta di 3 riserve. L’equipaggiamento consiste in un caschetto con griglia, una pagaia, una canoa arrotondata e rivestita da un’imbottitura di protezione sulla prua e sulla poppa ed un giubbotto salvagente/identificativo con numero. Lo scopo di ciascuna squadra è quello di tirare la palla (con mani e pagaia) nella porta avversaria ed impedire, nel contempo, agli avversari di prendere possesso della palla e di segnare goal. Vince chi, nell’arco di tempo della partita (due tempi da 10 min, 60 secondi per azione), realizza più punti.

Fonte: Federazione Italiana Canoa Kayak Ufficio Stampa e Comunicazione Digitale

.

Lascia un commento