La Tinet Gori Wines tiene testa alla capolista Piacenza

On

La squadra di Botti dimostra di avere gioco e organico da serie superiore

Peccato! Ma anche tanti complimenti alla Tinet Gori Wines che gioca una signora partita e alla fine fa anche un pensierino a portare la capolista al tie break, dopo un match divertente in un PalaPrata gremito e colorato

Piacenza si schiera subito con la formazione annunciata con Fei al centro e Sabbi opposto. Coach Sturam punta invece sullo schieramento con Della Corte opposto e Link ricevitore. Tutto sommato la prima parte del set è equilibrata. Poi la Gas Sales da il primo strattone con un paio di bei contrattacchi di Sabbi e un Tondo più che positivo: 8-12. La partita si mantiene sugli stessi binari, grazie anche ai numerosi errori in battuta piacentini, che però quando non sbaglia fa male. Marinelli sigla il 17-22, ma Piacenza risponde subito con un muro di Della Corte. Sabbi guadagna il set point con un pallonetto e poi Piacenza chiude subito sul 18-25

Il Passerotto ha (più o meno) sette vite come i gatti e quando è nel suo nido lotta per difendere il proprio territorio. Partenza sprint 6-1. Piacenza non molla e anche il pubblico entra in partita quando Piacenza vince un video check: la palla di Sabbi è murata fuori, ma il signor Capolongo non si avvede dell’evidente tocco dell’opposto di Zagarolo (tocco peraltro ammesso dallo stesso giocatore). Il destino è quello di sudarsela fino alla fine. L’azione del 18-18 è paradigmatica della grande pallavolo giocata da entrambe le formazioni. Azioni lunghissime con difese spettacolari. Link allunga sul 20-19 e Calderan si esibisce nel potente ace del 21-19. Gas Sales impatta 21-21. Marinelli conclude con un chirurgico diagonale stretto e Sabbi sbaglia in attacco: 23-21. Anche Tassan è on fire: ace che vale 3 set point. Sabbi annulla il primo, ma nulla può sull’attacco decisivo di Marinelli: 25-22

Il terzo set lo vince Piacenza, ma la Tinet Gori Wines gioca indubbiamente uno dei migliori parziali della stagione. Quando la Gas Sales accelera dimostra di avere giocatori e qualità di gioco da altra categoria, ma Prata è brava a rimanere aggrappata alla partita. Fei dimostra che a 40 anni può essere ancora un centrale di altissimo livello e mette giù 4 muri. Ma la Tinet non vuole essere da meno e proprio col muro ricuce lo strappo. Vittima preferita il bombardiere Sabbi, che ne colleziona 4. Un muro di Bortolozzo fa agguantare la parita sul 23-23. Si gioca ai vantaggi e alla fine la spunta Yudin con un bel lungolinea che vale il 25-27

Nel quarto set i Passerotti passano addirittura in vantaggio. Muro di Della Corte su Mercorio, seguito da un ace di Calderan e si vola sul 13-12. A frustrare le speranze pratesi un turno di battuta mortifero di Sabbi che impila due ace consecutivi. Entra Radin in ricezione che, come da programma, spaventa l’opposto piacentino che sbaglia la battuta. Poi però Paris mura Link, Canella marca un ace e Yudin fa un mani fuori. A chiuderla ci pensa Mercorio: 19/25 e applausi a tutte e due le contendenti

TINET GORI WINES PRATA – GAS SALES PIACENZA 1-3

PRATA: Della Corte 12, Calderan 5, Radin, Bonante, Corazza (L), Tassan 8, Marinelli 13, Saraceni, Lelli (L), Marini 1, Cecutti, Bortolozzo 9, Link 7, Deltchev. All: Sturam

PIACENZA: Paris 3, Mercorio 9, Copelli, Fei 15, Yudin 16, Tondo 19, Cereda (L), Beltrami, Fanuli (L), Ceccato, De Biasi, Canella 1, Ingrosso, Sabbi 22. All. Botti

Arbitri: Capolongo di Napoli e Lot di Treviso

PHOTOCREDIT – Franco Moret
UFFICIO STAMPA – Mauro Rossato

Lascia un commento