Memorial Ezio Cernich, Deganutti-Malignani finale 2019

On

Deganutti-Malignani sabato 18 maggio al palasport Benedetti di via Marangoni a Udine è la finale per il titolo in palio nel 2019 in “Scuole a canestro per ricordare”, dodicesimo torneo studentesco di pallacanestro maschile per scuole secondarie superiori di Udine, già “Memorial professor Ezio Cernich” fino al 2017, organizzato dall’ufficio Educazione motoria fisica e sportiva (Emfs) di Udine coordinato dal professor Claudio Bardini in collaborazione con Apu Ieri e Libertas Fvg dei presidenti, rispettivamente, Roberto Paviotti e Bernardino Ceccarelli, oltre che con la Federazione italiana pallacanestro (Fip) udinese presieduta da Bardini stesso.

E’ questo l’ultimo verdetto emesso oggi dal terzo e conclusivo turno di qualificazione nel girone di Eccellenza. Il Malignani, nella palestra di casa, ha battuto per 82-79 (18-26, 39-40, 57-64) il Marinelli, campione uscente, nel faccia a faccia da dentro o fuori finale per il trofeo 2019. In precedenza il Deganutti, matricola terribile che era già in finale, ha chiuso imbattuto superando per 76-55 (22-10, 42-27, 61-39) anche lo Zanon, già retrocesso in Elite nell’edizione del prossimo anno scolastico dopo una sola annata di permanenza nella massima categoria del torneo.

Quest’ultimo testacoda non ha avuto di fatto storia. La squadra del professor Carlo Mauro, nell’occasione accompagnatore, e allenata dall’ex allievo Federico Cascino ha preso sùbito il largo in progressione sino a fine terzo quarto, concedendo solo l’ultimo per mezzo canestro agli avversari. Partiti con Losito, Bosa, Azzano, Lorenzo Basso e Cautiero, i ragazzi del Deganutti hanno avvicendato tutta la panchina sul parquet e hanno chiuso con quattro giocatori in doppia cifra nei punti: Cautiero 24 top scorer della gara, Azzano e Losito 13 a testa, Urban 10. Nello Zanon del professor Paolo Flaibani e allenato dall’ex studente Andrea De Cecco, partito con Matteo Malagoli, Stevanovic, Craviari, Montanari e Sigon, ma che alla fine ha pure schierato tutti e undici gli effettivi, tre in doppia cifra: Matteo Malagoli con 14 punti, Montanari e Sigon 12 ciascuno.

Avvincente Malignani-Marinelli. Il liceo scientifico ospite, dei professori Lucio Bergomas e Roberto Feruglio con Massimiliano De Lillo allenatore, è partito lancia in resta. Francovicchio ha suonato la carica ai suoi compagni di quintetto base Samuele Bovo, Riccardo Visintini, Perrone e Di Giovanni. Chiuso sul +8 il primo quarto, il Marinelli nel secondo ha subìto una prima rimonta da parte del Malignani dei professori Claudio Natale e Dario Colavizza. Partiti con Vermi, Malisan, Milanese, Salmaggi e Rodaro, i padroni di casa sono andati al riposo lungo sul -1. Altra ripartenza del Marinelli nel terzo quarto, chiuso sul +7 al 30′, ma il Malignani impatta con un 7-0 sul 64-64 e poi di nuovo sul 68-68. Primo sorpasso interno sul 70-68 grazie a Tell, mentre il “primo anno” Enrico Micalich ha tenuto in corsa gli ospiti a suon di triple fino sull’80-79 prima della resa al perentorio 25-15 nell’ultimo quarto per il Malignani. Istituto che, tre volte campione, è la squadra più finalista del torneo, mentre il Marinelli l’ha vinto più di tutti: ben cinque edizioni su dodici.

Il Malignani, che ha iscritto a referto sette giocatori, ha chiuso con sei di loro in doppia cifra nei punti: Malisan 24 top scorer della gara, Tell e Vermi 12 a testa, Ganzini e Salmaggi 11 ciascuno, Alberto Tomada 10. Il Marinelli, che è andato a segno con otto cestisti, ne ha avuti quattro in doppia cifra: 19 punti per Di Giovanni ed Enrico Micalich, autore quest’ultimo fra l’altro di cinque triple (tre nell’ultimo quarto, in cui ha segnato 11 punti sui 15 di squadra, che sono state gli unici canestri su azione dei suoi), 15 per Francovicchio e 10 per Samuele Bovo.

TABELLINI ULTIMO TURNO ECCELLENZA

DEGANUTTI 76
ZANON 55
(22-10, 42-27, 61-39)
DEGANUTTI Hector, Lorenzo Basso 3, Pitasso 1, Cautiero 24, Bosa 6, Barone 3, Losito 13, Urban 10, Azzano 13, Mingolo 1, Lazic 2. Allenatore professor Mauro, assistente Cascino.
ZANON Montanari 12, Malagoli 14, Stevanovic 5, Gaio 8, De Antoni, Sigon 12, Craviari 2, Nonini, Viscardis 2, Samuele Basso, Zucca. Allenatore professor Flaibani, assistente De Cecco.
ARBITRI Gattullo e Gremese.
NOTE Tiri liberi: Deganutti 8/19, Zanon 5/12. Uscito per cinque falli personali: Malagoli; antisportivo a Malagoli e tecnico in occasione del quinto fallo.

MALIGNANI 82
MARINELLI 79
(18-26, 39-40, 57-64)
MALIGNANI Ganzini 11, Tell 12, Milanese, Malisan 24, Vermi 12, Tomada 10, Agostini 2, Zanelli, Rodaro, Salmaggi 11, Bortolussi; non entrato: Bertuzzi. Allenatore professor Natale, accompagnatore professor Colavizza.
MARINELLI Anzil 1, Bovo 10, D’Andrea 4, Blasone, Visintini 4, Amaduzzi, Cisilino, Micalich 19, Perrone 7, Di Giovanni 19, Francovicchio 15; non entrato: Gon. Allenatore professor Feruglio, assistente De Lillo, accompagnatore Bergomas.
ARBITRI Andretta e Stefano Cotugno.
NOTE Tiri liberi: Malignani 14/29, Marinelli 18/28. Usciti per cinque falli personali: Visintini, Di Giovanni e Francovicchio; antisportivo a D’Andrea e Anzil.

CLASSIFICA FINALE ECCELLENZA
Dopo tre giornate: 1) Deganutti 6 punti; 2) Malignani 4; 3) Marinelli 2; 4) Zanon 0. Deganutti e Malignani finaliste per il trofeo 2019, Zanon retrocesso in Elite 2019-2020.

CLASSIFICA FINALE ELITE A
Dopo tre giornate: 1) Copernico 6 punti; 2) Volta 4; 3) Percoto 2; 4) Stellini 0. Copernico in finale promozione 2019; Volta, Percoto e Stellini restano in categoria nel prossimo anno scolastico.

ULTIMO TURNO ELITE B
Mercoledì 17 aprile, chiusura nella palestra del Marinoni, ospiti dell’omonimo istituto, alle 9 Stringher – Ceconi nulla o quasi ha più da dire. Alle 11, Marinoni – Bearzi deciderà l’altra finalista promozione contro il Copernico. I padroni di casa, però, devono vincere almeno di 13 punti per volgere a loro favore la differenza canestri nell’arrivo alla pari in testa alla classifica con 4 punti anche con lo Stringher, l’ipotesi finale più probabile se il Bearzi non farà il tris. Lo Stringher è escluso dalla finale per la differenza canestri di -18 per il -22 contro il Bearzi (55-77) e il +4 sul Marinoni (66-62). Il Bearzi parte da +22 e il Marinoni da -4, una vittoria di quest’ultimo di almeno 13 punti mercoledì porterebbe entrambe a +9 se lo scarto conclusivo fosse proprio di 13 con il Marinoni qualificato per la finale per avere vinto lo scontro diretto con il Bearzi. E’ possibile, ma meno probabile anche un arrivo solo a due alla pari in testa al girone se nell’ultimo turno il Ceconi dovesse battere lo Stringher e in questo caso il Marinoni si guadagnerebbe la finale superando il Bearzi anche di un solo punto. Classifica dopo due turni: Bearzi 4 punti; Stringher e Marinoni 2; Ceconi 0.

FORMULA DEL TORNEO
L’Eccellenza qualificherà le prime due classificate a fine girone per la finale per il trofeo in palio nel 2019 e per succedere al Marinelli pentacampione, che è in programma sabato 18 maggio, alle 11, al Benedetti di via Marangoni a Udine. L’ultima piazzata nel gruppo retrocederà in Elite nel torneo del prossimo anno scolastico. Le vincenti dei due gironi Elite, A e B, alle 9 si sfideranno in anteprima alla finalissima per salire di categoria, a cui accederà chi si aggiudicherà quest’ultima partita. I gironi di qualificazione si disputano con formula all’italiana su tre partite di sola andata.

Fonte: Valerio Morelli

Lascia un commento