Scherma, CdM U20: al russo BARMAKOV e all’italiana ROSSINI i primi due ori

On

I due successi, rispettivamente, nel fioretto maschile e nel fioretto femminile

Prima giornata di gare al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine per la Coppa del Mondo Under 20 di scherma. Oggi si assegnavano i due titoli del fioretto.
Nella gara maschile a salire sul gradino più alto del podio è stato il russo Bogdan Barmakov, vincitore in finale per 15-11 sull’egiziano, già bronzo a Udine due anni fa, Mohamed Hamza. Barmakov aveva faticato nei quarti e in semifinale con i francesi Roger e Savin, superati entrambi per 15-14. Al terzo posto, assieme a Rafael Savin, anche l’italiano Pietro Velluti, sconfitto 15-13 da Hamza.
Nel fioretto femminile – sotto lo sguardo attento di Valentina Vezzali – si è
imposta Serena Rossini, capace così di bissare il successo ottenuto 12 mesi
fa sulle pedane udinesi. In finale l’atleta di scuola jesina che si allena a Frascati ha superato la russa Elena Petrova per 15-6 mentre nell’assalto precedente aveva avuto la meglio su Amita Berthier, atleta di Singapore leader del ranking internazionale che nei sedicesimi aveva vinto contro la favorita della vigilia, la vincitrice della Coppa del Mondo 2017/2018, Martina Favaretto. Sul podio è salita anche un’altra atleta italiana, Arianna Pappone, sconfitta in semifinale dalla Petrova per 15-10.

Alessandro Stella – Era grande l’attesa per la prova dell’enfant du pays, Alessandro Stella. Il fiorettista friulano è sembrato molto contratto fin dalle prime fasi della gara e negli assalti di eliminazione diretta, dopo aver superato il filippino Tan e il tedesco Schramm, si è fermato nei sedicesimi di fronte al compagno di sala Pietro Velluti, vincitore del match col punteggio di 15-7.

Le gare di domenica – Alle 9 di domani prenderà il via l’ultima delle tre gare in programma. Sulle 22 pedane udinesi si sfideranno 147 atlete nella prova di spada femminile. Nonostante l’assenza di Federica Isola (vincitrice a Udine l’anno scorso e impegnata nell’allenamento della nazionale A a Formia), le italiane partono con il favore del pronostico grazie ad Alessandra Bozza (3a nel ranking) e Beatrice Cagnin (11), ma non mancano le contendenti come le russe Soldatova (2) e Kesaeva (4), l’israeliana Hecht (5), l’ungherese Borsod y (8) e l’estone Loit (9). Le finali sono previste a partire dalle 17.

Alessandra Segatto e Thordis Agath – A rappresentare la scherma regionale domani saranno in gara due atlete. La pordenonese Alessandra Segatto, cresciuta tra il Club Scherma Pordenone e l’ASU di Udine, da tre stagioni si allena a Treviso con il M° Flavio Puccini. In Coppa del Mondo a Udine sfiorò il podio tre stagioni fa, domani è all’ultimo tentativo nella categoria Under 20 e vorrà dare continuità a un inizio di stagione di altissimo livello, con un podio nella prima prova Under 20 nazionale e l’ottavo posto nella prima prova Assoluti. Thordis Agath, tedesca di passaporto austriaco, è un prodotto del vivaio della Fiore dei Liberi di Cividale del M° Alessio Beltrame. Al primo anno nella categoria Under 20, a Udine cercherà di ottenere il pass per un posto nel quartetto austriaco ai Campionati del Mondo.

Degustazione – Domani, come da consolidata tradizione, il PalaIndoor
ospiterà una degustazione dei prodotti del territorio per promuovere
ulteriormente il Friuli tra le 44 delegazioni presenti al PalaIndoor.
Tutte le informazioni possono essere reperite al sito www.schermafvg.it ;
l’ingresso al PalaIndoor è gratuito. Sui canali social della FIS sarà possibile
ottenere aggiornamenti in tempo reale e guardare le foto dell’evento.

Fonte: Fulvio Floreani
Fotografie: Bizzi

Lascia un commento