Scherma: nel weekend a Udine la Coppa del Mondo U20

On

Tre le gare: Fioretto femminile, fioretto maschile e spada femminile

Udine – Per il quattordicesimo anno consecutivo la Coppa del Mondo Under 20 di scherma fa tappa in Friuli Venezia Giulia. Dopo le prime edizioni ospitate a Lignano Sabbiadoro, per la settima volta i migliori talenti della scherma mondiale si sfideranno al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine. Tre saranno le gare in programma nell’impianto udinese: sabato 5 gennaio si disputeranno le competizioni di fioretto femminile e maschile, mentre domenica 6 gennaio sarà la volta della spada femminile. Come da consolidata tradizione è il Comitato Regionale della FIS presieduto da Paolo Menis ad occuparsi dell’organizzazione per conto della Federazione Italiana Scherma e grazie al supporto della Regione FVG, del Comune di Udine e di un pool di sponsor privati.

Numeri – Nonostante la scelta della Federazione Internazionale di ridurre di una gara il programma rispetto alle stagioni precedenti per distribuire su tutto il territorio mondiale le competizioni, Udine anche quest’anno riesce a battere un record, quello dei Paesi rappresentati, ben 44. Oltre alle nazioni che hanno fatto la storia di questo sport come Italia, Francia, Russia, Romania e Germania, non mancheranno anche new entry suggestive come Islanda, Filippine, Nuova Zelanda, Kuwait, e prime volte molto attese come quella di Singapore in gara con ambizioni di medaglia. 469 saranno gli atleti che nella due-giorni saliranno in pedana: la gara più numerosa sarà il fioretto maschile con 170 iscritti, seguita dalla spada con 148 atleti e il fioretto femminile con 134 schermitrici al via.

Programma – Un Palaindoor particolarmente accogliente, grazie ad addobbi floreali pensati ad hoc, aprirà i battenti sabato alle 8.30 del mattino con i gironi eliminatori del fioretto maschile; le ragazze del fioretto inizieranno alle 10.30; le finali per l’assegnazione dei titoli avranno luogo a partire dalle 19. Domenica toccherà alle spadiste, in gara a partire dalle 9 del mattino con finali programmate alle 17.

Gli atleti – All’Italia, per qualità e tradizione, spetterà il ruolo di favorita in
tutte e tre le competizioni, ma grande attenzione andrà posta agli storici rivali di Russia e Francia, senza dimenticare la soprese provenienti da Paesi emergenti come, ad esempio, l’Egitto (Mohamed Hamza fu bronzo due stagioni fa a Udine nel fioretto) e Singapore con il talento di Amita Berthier, numero 1 del ranking mondiale, sempre nel fioretto.

Entrando nel dettaglio delle singole gare, il fioretto maschile non vedrà al via il vincitore del 2018, Tommaso Marini, ma attende le prestazioni dei
connazionali Pietro Velluti (numero 8 del ranking), Matteo Resegotti (15),
Tommaso Chiappelli (20) e del friulano Alessandro Stella (5° a Udine l’anno scorso). Le insidie parlano russo (Anton Borodachev e Vladislav Mylkinov), arabo (il già citato Hamza) e tedesco (Luis Klein). Nel fioretto femminile c’è grande attesa per vedere dal vivo uno dei talenti più puri espressi dalla scherma italiana negli ultimi anni, la vincitrice della Coppa del Mondo U20 2017/18, la mestrina Martina Favaretto. A lei vanno i favori del pronostico, mentre Serena Rossini cercherà di bissare il successo friulano del 2018. Amita Berthier, come detto, al momento guarda tutti dall’alto del suo primo posto nel ranking mondiale. Molto fluida, come da tradizione, la situazione della spada, arma in cui non prenderà parte alla competizione la vincitrice di Udine e della Coppa del Mondo 2018, Federica Isola. Tra le favorite partono le russe Soldatova (2) e Kesaeva (4), l’israeliana Hecht (5) ma anche le italiane Alessandra Bozza (3) e Beatrice Cagnin (11). Attenzione poi all’ungherese Emma Borsody, bronzo al Palaindoor 12 mesi fa.

Atleti FVG – Sono tre gli atleti del Friuli Venezia Giulia in gara. Sabato alle
8.30 Alessandro Stella sarà impegnato nella gara di fioretto. Alessandro, nativo di Rive d’Arcano, è cresciuto sulle pedane dell’ASU Udine prima di
“emigrare” a Padova; da due stagioni veste i colori del Circolo Scherma Mestre.
L’anno scorso disputò una gara di alto livello e si fermò ai piedi del podio.
Quest’anno l’obiettivo non può che essere quello di mettersi al collo una
medaglia. Domenica alle 9 toccherà ad Alessandra Segatto, pordenonese
cresciuta all’ASU e da tre stagioni a Treviso con il Maestro Flavio Puccini.
Alessandra tre stagioni fa, ancora diciassettenne, ha sfiorato il podio a Udine e in questo inizio di stagione sta tirando la scherma migliore della sua giovane carriera. Infine, è da considerarsi atleta regionale a tutti gli effetti la tedesca di passaporto austriaco Thordis Agath, allieva del Maestro Alessio Beltrame alla Fiore de’ Liberi di Cividale, al primo anno nella categoria Under 20.

Navarria e Vezzali – La campionessa del Mondo in carica di spada, la carlinese Mara Navarria, sarà anche quest’anno la madrina dell’evento, mentre durante tutto il weekend a Udine sarà presente la campionessa Valentina Vezzali, in qualità di Consigliera Federale.

Tutte le informazioni sulla gare possono essere reperite al sito www.schermafvg.it ; l’ingresso al PalaIndoor è gratuito. Sui canali social della FIS sarà possibile ottenere aggiornamenti in tempo reale e guardare le foto dell’evento.

Lascia un commento