#Fvgsport BHtv

Una grande Tinet Gori Wines si arrende solo al fotofinish a Civitanova

On

I Passerotti sembrano aver trovato la via giusta e mettono in mostra un ottima pallavolo

Tutti gli attaccanti vengono ben coinvolti nel sistema d’attacco e Baldazzi si conferma bombardiere

I gialloblù si arrendono in un emozionante tie break alla seconda della classe guidata da un incontenibile Di Silvestre (35 punti)

Finisce dopo un’epica battaglia durata 2 ore e 20 minuti la sfida tra Tinet Gori Wines e Goldenplast Civitanova. Una gara decisasi sul filo di lana dopo un lunghissimo tie break che ha premiato i marchigiani trascinati da un mostruoso Di Silvestre (35 punti), mentre tra i gialloblu il top scorer è Baldazzi con 28. Una gara che comunque fa capire come i Passerotti abbiano imboccato la via giusta a livello di qualità di gioco che in questi ultimi incontri si è mantenuta ad un livello altissimo contro le migliori squadre del raggruppamento.

Grande primo set dei Passerotti che mettono in campo davvero una bella pallavolo e vanno a segno con tutti gli effettivi. Cuttini conferma il sestetto vincente di settimana scorsa con Alberini in regia, Baldazzi opposto, Marinelli e Galabinov in posto 4, Rau e Miscione al centro e Lelli libero. Il primo scambio, infinito, fa capire subito come sarà la partita: squadre organizzate e grandi difese. Primo strappo della Tinet con attacco di Marinelli e ace di Galabinov: 5-2. Funzinano bene le combinazioni al centro con Rau e Miscione che attaccano 7 palloni col 100%. Galabinov e Baldazzi sono implacabili nel contrattacco: 16-10. Il vantaggio si mantiene costante anche se la battuta di casa mette pressione, ma anche qualche errore di troppo. Si vola sul 23-16. Rientra Civitanova sul 23-19. A mettere il punto esclamativo e il set point un perentorio primo tempo di Rau: 24-19. Di Silvestre annulla il primo, ma poi un lungolinea al fulmicotone di Baldazzi chiude la contesa sul 25-20

La Goldenplast rientra dimostrando che la propria posizione in classifica non è casuale. I marchigiani aggrediscono subito la Tinet Gori Wines con Partenio che riesce a chiamare in causa con più continuità i centrali rispetto al parziale precedente. L’ace di Sanfilippo da agli ospiti il 3-9. I Passerotti si incartano, anche perchè la Goldenplast gioca bene. Sul 9-17 Deltchev rafforza la seconda linea per Galabinov. Cuttini prova con buoni esiti il doppio cambio. Link piazza un ottimo diagonale stretto e poi una buona serie di battute in salto: oltre ad un ace permette un punto diretto a Miscione che schiaccia una ricezione lunga marchigiana: 18-21. Lo scarto minimo si raggiunge sul 20-22 quando Miscione e Baldazzi stoppano Paoletti e nell’azione successiva Partenio fa fallo di seconda linea. Poi il palleggiatore ospite si affida all’esperienza dell’opposto Paoletti che mette a terra gli ultimi e decisivi palloni: 21-25

La Tinet Gori Wines mette la freccia e sorpassa in un set pazzo fatto di parziali e contro break. Il primo scatto è marchigiano (5-2), ma poi c’è la rimonta pratese ed è a marca Baldazzi. L’opposto ferrarese prima schianta a terra un attacco e poi si mette in proprio dalla linea dei 9 metri. Risultato un muro granitico di Rau e due ace diretti. Parità riacciuffata. Gli ospiti alzano l’intensità difensiva e i gialloblù faticano a mettere palla a terra: 12-17. Cuttini opta per un cambio in regia inserendo Calderan. La “formichina” Tinet inizia a rosicchiare punti e certezze alla Goldenplast. I marchigiani diventano più fallosi e Baldazzi mette il punto della parità: 21-21. Un ace chirurgico di Miscione porta avanti i Passerotti: 24-23. A chiuderla un poderoso muro del solito Baldazzi: 25-23

Sarà il tie break a decidere l’esito di questa bellissima sfida. L’equilibrio regna sovrano fino al 12-12 con capitan Marinelli a metterci cuore e attacco. La Tinet Gori Wines non riesce ad essere efficace in battuta come nei set precedenti e i marchigiani prendono il largo grazie all’efficacia del terzetto di attaccanti laterali: Di Silvestre, Dal Corso (ottime le sue pipe) e Paoletti. La Goldenplast guadagna un bottino di 4-5 punti di vantaggio che mantiene fino a fine parziale. Il muro di Di Silvestre su Baldazzi che da il 19-24 è il segnale della resa. A chiuderla ci pensa poi Sanfilippo: 19-25 e verdetto rimandato al quinto e decisivo set .

Il quinto set è un inno all’equilibrio. La palla diventa medicinale e per alcuni momenti il tabellone si muove solo per gli errori degli avversari, da entrambe le parti del parquet,. La Tinet Gori Wines ha anche la possibilità di chiuderla con un match point sul 18-17. Baldazzi tira una bomba in battuta costringendo Civitanova ad un contrattacco difficoltoso che però viene capitalizzato da Paoletti. Alla fine la chiude lo stesso opposto marchigiano sul 19-21

TINET GORI WINES PRATA – GOLDENPLAST CIVITANOVA 2-3

Prata: Baldazzi 28, Calderan, Tolot, Alberini, Miscione 14, Tassan, Marinelli 14, Lelli (L), Rau , Vivan (L), Link 1, Deltchev, Galabinov 9. All: Cuttini

Civitanova: Disabato, Trillini 7, Giorgini (L), Cappio, Partenio 5, D’Amico (L), Ferri, Maletto 1, Di Silvestre 35, Gonzi, Dal Corso 8, Sanfilippo 7, Paoletti 21, Esposito. All: Rosichini

Arbitri: Cecconato di Treviso e Autuori di Salerno

Parziali: 25-20 / 21-25 / 25-23 / 19-25 / 19-21

Fonte: UFFICIO STAMPA – Mauro Rossato
Credito fotografico: Franco Moret (Da sx Marinelli, Rau e Baldazzi esultano dopo un muro vincente)

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com