L’Unesco Cities Marathon mette le rotelle: presentata oggi a Pordenone la maratona sui pattini

On

Anche il pattinaggio promette spettacolo

L’evento che domenica 31 marzo collegherà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia offrirà pure tre prove dedicate ai roller: 42, 16 e 7 chilometri.

Oggi la presentazione ufficiale. Organizza la società pordenonese Skating Club Comina. Emozioni garantite, nel segno della velocità

L’Unesco Cities Marathon – La Maratona delle Città dell’Unesco mette i pattini e prende decisamente velocità. Per il terzo anno consecutivo, dopo il successo delle edizioni 2017 e 2018, il cartellone della manifestazione che domenica 31 marzo collegherà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia avrà tra i motivi di maggior richiamo anche la Roller Marathon.

Una gara che darà ulteriore lustro ad un evento unico nel suo genere: l’unica maratona al mondo che collega idealmente tre città che rientrano nel Patrimonio dell’Unesco.

Unesco Cities Roller Marathon significa maratona sui pattini a rotelle, disciplina in cui l’Italia vanta campioni di livello mondiale e una lunghissima tradizione. La gara sarà organizzata da una società pordenonese, lo Skating Club Comina, un faro che ormai da mezzo secolo risplende nel panorama nazionale del pattinaggio corsa.

“La Roller Marathon è un evento che dà lustro a tutto il movimento – ha commentato il presidente della Fisr regionale, Maurizio Zorni, intervenendo alla presentazione ufficiale della gara, avvenuta oggi a Pordenone, con la partecipazione anche dell’assessore allo sport Walter De Bortoli, del presidente dell’Unesco Cities Marathon Giuliano Gemo e del segretario generale Giuseppe Donno –. E’ una manifestazione che coniuga al meglio sport, cultura e sociale. I nostri pattinatori ne sono entusiasti. E lo Skating Club Comina, una delle società più attive nel panorama rotellistico del Friuli Venezia Giulia, è una garanzia organizzativa”.

Il percorso della Roller Marathon, dedicata ad Agonisti e Master, sarà sostanzialmente uguale a quello dei podisti e si andrà a sviluppare lungo i 42 chilometri che separano Cividale del Friuli e Aquileia. Unica differenza: il traguardo della maratona sui pattini non sarà in Piazza Capitolo, ma qualche decina di metri prima, all’altezza del Foro romano.

I pattinatori delle categorie Allievi e Fitness si sfideranno invece su un tracciato più breve, di 16 chilometri, la Iulia Augusta Roller Marathon, con partenza da Palmanova e arrivo ad Aquileia. Prevista anche una terza prova, l’Unesco Free-Roller, aperta a tutti, sulla distanza di 7 chilometri, con start da Cervignano del Friuli, in concomitanza con l’Unesco in rosa, la manifestazione benefica dedicata alle donne.

“Due anni fa ha partecipato alla Roller Marathon Erika Zanetti, l’anno scorso abbiamo avuto al via Daniel Niero: due stelle del movimento rotellistico azzurro e mondiale – ha aggiunto il direttore sportivo dello Skating Club Comina, Selena Pilot, affiancata dal presidente della società, Giovanni De Piero -. Ci sono le premesse perché anche quest’anno sia così. Speriamo di arrivare a trecento partecipanti, sarebbe il nostro record. L’attesa è tanta: abbiamo ricevuto richieste persino da atleti colombiani. E’ un grande sforzo organizzativo, perché le problematiche relative alla messa in sicurezza del percorso di gara che valgono per i podisti, sono addirittura accentuate per i pattinatori, che viaggiano a velocità ben superiori. Ma ne vale la pena”.

L’Unesco Cities Marathon Roller sarà spettacolo allo stato puro, grazie anche alla velocità – sino a 70 chilometri orari – che caratterizza il gesto tecnico dei pattinatori. Il resto lo farà la scorrevolezza del percorso dell’Unesco Cities Marathon, tutto in leggera discesa, insieme al piacere – condiviso tra podisti e pattinatori – di essere protagonisti, per una domenica, di una grande corsa nel cuore della Storia.

UNESCO CITIES MARATHON – LA MARATONA DELLE CITTA’ DELL’UNESCO

In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre l’unica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre “città stellata”, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, e Aquileia, che accoglie l’arrivo degli atleti nello stupendo scenario di Piazza Capitolo, distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui l’idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana, entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 9 luglio del 2017. La prossima edizione dell’Unesco Cities Marathon – la settima – si svolgerà il 31 marzo 2019. Quarantadue velocissimi chilometri nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d’Italia che, per la prima volta, saranno ufficialmente accompagnati dalla Iulia Augusta Half Marathon, gara sui classici 21,097 chilometri della mezza maratona.


Fonte: Ufficio stampa UCM – Mauro Ferraro & Luciana Idelfonso

Lascia un commento